Gemellaggio per la sostenibilità

Image

Al Liceo Laurana Baldi I Progetti  Erasmus + e di gemellaggio non si fermano!

Sempre in prima linea in scambi interculturali, la nostra scuola è volata in Spagna dal 28 marzo al 1 aprile con alcune studentesse della 3 E e 3 D di Scienze umane ed i professori Luccarini Gessica e Minaudo Gaspare.

Osmosi di culture in una rete di nuove amicizie in mezza Europa! Studenti dall’Italia, Germania, Ungheria, Polonia hanno trascorso cinque giorni indimenticabili a Moratalla, regione a sud est della penisola iberica.

E gli occhi delle nostre studentesse ancora risplendono delle meraviglie locali da Caravaca de la Cruz, Calasparra con la sua fabbrica di riso DOC, fino alla laguna di Mar Menor attraverso le miniere di sale. E ancora, Cartagena con lo splendido teatro romano e molti altri luoghi. Tanti studenti per crescere cooperando insieme, come tanti gli obiettivi perseguiti in questa esperienza: dalla conoscenza dei luoghi e dell’importanza di un presente ecosostenibile, fino alle competenze relazionali e all’apertura mentale acquisite vivendo la quotidianità della cultura spagnola all’interno delle famiglie ospitanti; il tutto attraverso il perfezionamento della lingua inglese, utilizzata come veicolare, e spagnola. 

Nel contempo la 3F dell’istituto ha ospitato ben diciotto studenti spagnoli provenienti, questa volta, da Lleida (Catalogna). Anche quest’ avventura si è svolta nel segno dell’ecosostenibile. Visite aziendali, come quella presso Girolomoni per capire come questa  riesca a produrre in modo ecosostenibile, una passeggiata alla riserva naturale del Furlo per poi ammirare le perle artistiche di Urbino e Ravenna. Infine un e-magazine, prodotto dagli studenti testimonierà nel tempo questo viaggio di profonda formazione.

I prossimi scambi saranno il 28 aprile in Spagna, a settembre in Polonia, a novembre in Ungheria e a maggio 2023, ultima tappa, nella nostra Urbino! Un grande grazie alla Presidenza, al Dipartimento di Lingue ed ai docenti, in particolare alla referente De Angelis, che con intraprendenza, entusiasmo e professionalità sostengono i nostri studenti in queste indimenticabili “esperienze di vita”.

 

FAI di Primavera con il Liceo Laurana Baldi

Image

Finalmente è primavera e con lei, sabato 26 e domenica 27 marzo, sono tornate le Giornate FAI di Primavera, il più importante evento di piazza dedicato al patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese. Luoghi solitamente inaccessibili o poco conosciuti in 400 città sono stati visitabili a contributo libero grazie a Gruppi FAI attivi in tutte le regioni, a volontari  e volontarie tra cui non sono mancati gli studenti e le studentesse del Liceo Laurana Baldi di Urbino, che nella limitrofa Forum Sempronii (Fossombrone) hanno fatto da Ciceroni a visitatori curiosi delle perle artistiche della città, come la Chiesa di Sant’Aldebrando.

La referente del Progetto, la prof.ssa Bartolucci Sara e i docenti Nocelli Maria Silvia, Gelardi Gabriele e Pierpaoli Michele con competenza e passione hanno sostenuto questo percorso di formazione preparando gli studenti non solo culturalmente, ma in primis, fornendo loro gli strumenti per comprendere il valore dell’arte come forma bellezza da rispettare e tutelare, processo d’ interazione con la realtà che ci circonda.

“Questo evento” – afferma la Prof.ssa Nocelli, in duplice veste di insegnante e consigliere con incarico alla cultura “a cui i ragazzi hanno dedicato il loro tempo libero, si è trasformato in un’esperienza di conoscenza per la tutela del nostro patrimonio storico-artistico e ambientale: un’occasione di apprendimento che si sviluppa quotidianamente in classe per riversarsi sul territorio, con momenti di ricerca e di esplorazione dentro e fuori la scuola”. “Verissimo”- continua la Prof.ssa Bartolucci- “un proficuo lavoro di squadra! Prima in classe poi qui in loco, a S. Aldebrando, grazie alla collaborazione con l’amministrazione comunale di Fossombrone e la Delegazione FAI di Pesaro Urbino, gli studenti hanno avuto l’occasione di studiare un bene d’arte del loro territorio e illustrarlo a un pubblico, sentendosi così direttamente coinvolti nella vita sociale, culturale ed economica della comunità e diventando esempio per altri giovani in uno scambio educativo tra pari. Il risultato è grande, l’accrescimento delle conoscenze e una maggiore sicurezza in se stessi!”

Accanto a questo c’è da sottolineare la forte valenza sociale: grazie a questo impegno gli studenti delle classi 3 A, 3 C e 4F hanno permesso ai molti visitatori di scoprire una “chicca” artistica poco nota ai più, la chiesa di S. Aldebrando, collocata sulla sommità dell’omonimo colle, all’interno delle mura dell’antica Rocca, fortezza difensiva costruita dai Malatesta e a cui successivamente lavorò l’architetto senese Francesco di Giorgio Martini, dietro richiesta di Federico da Montefeltro.

E oltre ad affascinanti spiegazioni riguardo gli interni barocchi, le cornici e volute a stucco e la piccola cappella dedicata a S. Aldebrando, con affreschi del primo ‘400, i nostri “ciceroni in erba” ci hanno svelato un curioso aneddoto: si dice che nella chiesa si conservi ancora il “Cuscino di S. Aldebrando”, ossia la pietra sulla quale il Santo poggiava il capo per dormire a cui la devozione popolare attribuiva la facoltà di togliere miracolosamente il mal testa.
La Dirigente Claudia Guidi, entusiasta conclude: “Bravissimi i nostri ragazzi e un grazie speciale ai nostri insegnanti, che sempre “guardano oltre” i banchi di scuola”.

Premio “Fondazione Occhialini”

Image

Neodiplomati del “Laurana-Baldi” sul podio del Concorso scientifico “ Fondazione Occhialini”

Per il quarto anno il Liceo Scientifico e delle Scienze Umane “Laurana-Baldi” sale sul podio. Elia Falcioni e Andrea Sacconi, neodiplomati al Liceo scientifico, si sono classificati al primo e secondo posto vincendo l’assegnazione delle borse di studio della Fondazione Occhialini in seguito ai colloqui relativi al Corso di Orientamento alle Facoltà Scientifiche Edizione 2021. La commissione valutatrice, infatti, ha attribuito il primo premio, di 4000 euro, ad Elia, al primo anno della facoltà di Fisica di Camerino e il secondo premio, di 3000 euro, ad Andrea, matricola alla facoltà di Ingegneria matematica al Politecnico di Milano. La Fondazione “Giuseppe Occhialini” di Fossombrone si pone da anni come obiettivi fondamentali l’illustrazione della Fisica come scienza viva e la valorizzazione delle sue conquiste, delle sue metodologie, del suo rilievo sociale e culturale, avvicinando i giovani allo studio delle materie scientifiche attraverso un piano di un’attività di formazione e di orientamento rivolto a studenti che si preparano a diventare matricole di università di  indirizzo scientifico. Andrea Sacconi ci racconta emozionato la sua esperienza –  Il corso della fondazione Occhialini si è svolto in una serie di lezioni tenute fra marzo e giugno 2021 in cui si sono trattati tre principali argomenti: relatività, energia e ambiente. Inoltre, abbiamo partecipato ad incontri su altri temi più specifici come, ad esempio, il seminario sulle onde gravitazionali e sugli esopianeti. Le lezioni sono state tenute da docenti universitari come il Prof. Vagnoni, il Prof. Semprini Cesari e il Prof Porcù. –  Elia Falcioni, continua – A me sono piaciute particolarmente le lezioni sulla relatività perché era un argomento che mi aveva già colpito quando lo avevamo trattato a scuola e quelle lezioni sono state un’occasione per approfondirlo ancora di più… lezioni ad impostazione universitaria, che mi ha permesso di capire già dal quinto anno come sarebbe stato l’approccio futuro a tali tipi di studi – Consigliereste questa esperienza ai vostri coetanei amanti del mondo della scienza? – Certo!, Sebbene conciliare le lezioni della fondazione con quelle liceali non sia stato semplice, ne è valsa la pena al di là della borsa di studio, perché si trattano temi interessantissimi e attuali che dobbiamo conoscere noi, come nuova generazione

Per il nostro Liceo è un risultato di grande soddisfazione–  commenta la Dirigente Scolastica Claudia Guidi, –che è anche il segnale di una qualità nella didattica e nella professionalità dei nostri docenti che credono in un’educazione della persona capace di portare in luce lo specifico irripetibile di ciascuno– Ricordando anche i precedenti studenti vincitori del 2007 Rojo Nahuel, 2010 Parisi Matteo, 2018 Moroni Tommaso e Moretti Bianca, 2020 Rossi Alberto ….complimenti agli studenti del Laurana!