UniStem

Arriva l’UnistemTour, un viaggio tra scienza, passione e coinvolgimento

La nostra storia è ricca di persone che hanno scelto di porre delle domande a sé stesse e al mondo che ci circonda. Per trovare le risposte hanno esplorato l’ignoto in cerca di un indizio o di una conferma; hanno accettato fallimenti e insuccessi; hanno avuto il coraggio di rialzarsi e ripartire scegliendo altre strade; hanno regalato a tutti noi nuovi pezzi di conoscenza. Queste persone, che con impegno e dedizione hanno garantito al mondo progresso, sviluppo e innovazione, sono gli scienziati.

Spesso, della scienza, si conosce solo il risultato finale. I libri di scuola ci dicono quando è stata scoperta l’elettricità, il vaccino per la polio, la gravità, le onde gravitazionali; oppure quando è stato inventato il motore a scoppio, il telefono elettrico o il primo microscopio. Ma non ci raccontano come né dopo quanti tentativi si è arrivati a quello straordinario risultato. Non parlano, cioè, della cosa più appassionante e coinvolgente della scienza: la sua storia fatta di piccoli passi nel deserto fino alla conquista di nuovi pezzi di conoscenza da condividere per migliorare le vite di tutti noi.

L’UnistemTour che farà tappa nella nostra scuola nasce proprio con questo obiettivo: fare in modo che voi, studenti degli ultimi anni degli istituti superiori, a un passo dal decidere come indirizzare il vostro futuro, possiate ascoltare le storie che si nascondono dietro ad ogni studio, scoperta o conquista della scienza, e attraverso queste raccogliere la sfida di impegnare il vostro talento nelle STEM (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica)e nella straordinaria avventura dellaricerca e dell’innovazione.

Il progetto coinvolge trenta tra “i numeri uno” della scienza italiana che si alterneranno in un viaggio che in due anni toccherà tutte le regioni italiane, dal nord al sud alle isole, alla ricerca di nuovi talenti. Questi “campioni” ingenetica, biotecnologie, biologia, fisica, agraria, astronomia, matematica si metteranno a vostra disposizione per raccontare la loro storia di vita e professionale, condividere con voi la passione inesauribile per la conoscenza, tratto comune ad ogni studioso, erispondere alle vostre domande, ma anche per ispirarvi, allenarvi al metodo scientifico e alimentare in molti di voi una”vocazione”.

Spesso basta un incontro a farci cambiare idea, a convincerci a prendere una decisione o a dare concretezza a un pensiero che non abbiamo ancora avuto il coraggio di realizzare. UnistemTour ha l’ambizione di rappresentare per molti di voi quell’occasione.

Siete pronti a innamorarvi della scienza? 
Vittoria Brambilla – UNISTEM Tour – Urbino 2019   

Titolo e breve descrizione del suo intervento 
Gli OGM e le nuove tecnologie di genome editing in agricoltura: sono utili e sicuri?

Cereali, frutta e verdura sono parte della nostra vita di tutti i giorni. Tuttavia, è sempre meno chiaro al consumatore quali prodotti agricoli siano i migliori per la salute umana e per l’ambiente. L’agricoltura è una scienza antica che, come le altre, sta vivendo un momento di rapida evoluzione grazie all’avanzamento tecnologico. Cercheremo di spiegare l’agricoltura di oggi con gli strumenti del metodo scientifico, facendo anche chiarezza sugli organismi geneticamente modificati e sulle nuove tecnologie di genome editing. 

Nota biografica 

Ho conseguito il dottorato di Ricerca in Biologia Vegetale all’Università Statale di Milano nel 2007 e sono stata ricercatrice post doc al Max Planck Institute for Plant Breeding Research di Colonia fino al 2011 e al Dipartimento di Bioscienze della Statale fino al 2017. Da allora sono ricercatrice in Botanica al Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali della Statale, guido un gruppo di ricerca che si occupa di miglioramento genetico del riso e di studiare basi molecolari della fioritura in riso in relazione all’ambiente. 

UniStem